fbpx

Presentazione di Notaio Italia

In una trattativa commerciale, che può essere una compravendita immobiliare, una costituzione di società o anche una divisione ereditaria tra privati, viene necessariamente ad instaurarsi un rapporto continuativo tra il Notaio ed il suo cliente, Il rapporto che viene a crearsi, molto più di quanto si pensi, non si esaurisce nell’arco di poco tempo ma spesso, se lo spessore e la difficoltà della pratica lo richiedono, viene a prolungarsi nell’arco di parecchi mesi e questo infittisce e rende più stretto il rapporto tra il Notaio e le tante persone che vengono a confluire nell’atto da stipulare.

La società costruttrice, il privato, l’agente immobiliare, la Banca che deve erogare il mutuo, il mediatore creditizio: queste sono solo alcune delle figure più importanti che intervengono in un’operazione commerciale che ha come unico scopo la stipula dell’atto davanti al Notaio.

La figura più ricorrente è senz’altro quella dell’agente immobiliare che ha il fine di mettere in contatto tra loro due soggetti che normalmente non si conoscono.

Molte volte, anzi quasi sempre, il compito è arduo sia nella fase propedeutica, cioè relativa alla raccolta di documenti, sia nella fase effettiva della stipula, dove nascono e si sviluppano problematiche di diversa natura che richiedono un’attenta mediazione di interessi e di vedute.

Nelle ipotesi più  controverse, è facile imbattersi anche nella figura di uno o più legali che assistono una o più parti del contratto,  nella fattispecie in cui si vanti un diritto leso o ci sia addirittura una controversia in corso.

La lite può aversi sia tra le parti contrapposte sia tra soggetti della stessa parte contrattuale. In ogni caso, il Notaio è sempre chiamato non solo a rivestire il ruolo di pubblico ufficiale che presiede e stipula l’atto, ma è chiamato anche a svolgere un’opera di controllo e di mediazione. Non sempre è facile stabilire e mantenere rapporti di reciproco rispetto e di collaborazione tra le parti in un contratto perché spesso, la dinamica tra interessi e finalità contrapposte,  tende a prevalere sull’interesse finale che è solo ed esclusivamente la conclusione dell’affare.

L’iter di un atto spesso è molto complesso e articolato: quando l’acquirente mostra il suo interesse per l’immobile, scatta il compito per il venditore di fornire tutte le informazioni e la documentazione necessaria alla stipula dell’atto: titolo di proprietà, documenti personali, certificati di destinazione urbanistica e d’uso, concessione edilizia,  tutti i documenti relativi ad eventuali gravami, elative liberatorie, sanatorie, lavori di ristrutturazione, condoni, certificatati di conformità. Il proprietario deve fornire ogni genere di informazione utile a capire e provare che l’immobile  sia libero da pendenze penali o civili, che non sia gravato da abusi edilizi o da irregolarità urbanistiche, da arretrati condominiali, da tasse o pesi economici che poi necessariamente andranno a gravare sull’acquirente. Il compito delineato non è sempre facile, spesso richiede opera di collaborazione da parte di tutti, nonché un minuzioso lavoro  di consulenza nel caso in cui la documentazione sia poco chiara o difficile da reperire..

In questa  fitta rete di rapporti,  si inserisce il compito e la funzione peculiare di NOTAIO ITALIA.

NOTAIO ITALIA nasce con il preciso scopo di facilitare e rendere più agevole proprio lo scambio di informazioni necessarie alla conclusione  dell’operazione commerciale in corso.

Ha essenzialmente un compito garantista e precauzionale perchè traduce, in termini di facile comprensione, il linguaggio legale e notarile, non sempre decifrabile per tutti. Si avvale di personale competente e preparato in grado di analizzare e studiare una pratica notarile facendola pervenire al Notaio idonea per gli accertamenti opportuni. Essa si rivolge a  più categorie: costruttori,  studi legali, privati, agenti immobiliari, studi commerciali, Banche, mediatori creditizi,

La  sua “Mission” è quella di filtro tra il Notaio (scelto dalla parte acquirente) e le parti stesse, in modo che la documentazione risulti sempre esaustiva e che la tipologia contrattuale sia sempre definita nella sua funzione ed in ogni sua parte.

2018-03-26T10:22:07+00:00 Febbraio 7th, 2018|0 Comments

Leave A Comment