fbpx

L’assistenza Notarile

La figura dell’Assistente Notarile ormai è diventata fondamentale nell’ambito di uno Studio, in grado di operare e districarsi in tutte le diverse attività che la professione richiede.

Assistere il Notaio in tutte le sue mansioni è un compito difficile e delicato e proprio per questo richiede professionisti  dotati  di competenza e rigore. Negli ultimi anni, tale figura si è evoluta e personalizzata: prima essa svolgeva quasi esclusivamente mansioni di segreteria, adesso assume una connotazione di vero e proprio collaboratore del Notaio. L’evoluzione della società  e la nascita di nuovi contesti economici e contrattuali, hanno fatto emergere la necessità di una figura professionale in grado di assolvere più di una funzione e rivestire diversi ruoli. Oggi  uno Studio Notarile avviato e funzionale ha bisogno di un’organizzazione in grado di far fronte a qualunque tipo di richiesta contrattuale da parte del cliente, pertanto si è sempre più alla ricerca di figure professionali con competenze plurime e soprattutto che siano interscambiabili tra loro nei ruoli e nelle mansioni d’ufficio.

L’Assistente Notarile non deve essere necessariamente laureato ma è richiesta, per la peculiarità dei compiti che svolge, una profonda conoscenza del software e della piattaforma informatica. La sua attività ormai non è centrata solo ed esclusivamente sulla preparazione e la predisposizione dell’atto Notarile da stipulare, in quanto il collaboratore accompagna e segue il Notaio in tutte le fasi del suo complesso lavoro. I suoi compiti sono di diversa natura e si articolano in vari settori che vanno dal reperimento di tutta la documentazione necessaria per la preparazione dell’atto stipulando, istruttoria della pratica con conseguente assunzione di responsabilità  per eventuale mancanza o errore; acquisizione e trasferimento on-line di tutte le informazioni; assistenza qualificata durante la stipulazione dell’atto e nei confronti dei clienti nel caso sorgessero problematiche e difficoltà  in corso d’opera; attività di segreteria; fatturazione e adempimenti fiscali post-stipula. A queste funzioni prettamente tecniche, si aggiungono competenze trasversali legate alla capacità del singolo di gestire lo Studio Notarile anche in assenza dell suo titolare, dunque capacità personali di comunicabilità e di organizzazione.

Per un adeguato svolgimento di questo tipo di lavoro, il collaboratore deve avere una padronanza assoluta degli strumenti informatici, nonché dei servizi espletati dai pubblici uffici; capacità organizzativa nei confronti di tutta la documentazione legata all’atto, sia precedente che successiva alla stipula, quindi anche relativa all’archiviazione di tutte le pratiche dello Studio; esatta conoscenza degli adempimenti a cui l’atto è sottoposto, degli uffici destinatari e dei tempi da rispettare. Attualmente, esistono molte scuole, dislocate in tutta Italia, che forniscono all’aspirante Assistente, un adeguato percorso formativo in grado di procurargli gli strumenti conoscitivi adeguati per un produttivo inserimento nel mondo del lavoro.Quasi tutte le scuole, oggi, sono perfettamente a conoscenza delle specifiche richieste del mercato, quindi sono in grado di formare un soggetto qualificato con competenze specifiche.

I Notai, in sintesi, ricercano personale competente, attento, responsabile, soggetti di cui si possano  fidare sia caratterialmente sia professionalmente

2018-03-21T10:01:34+00:00 Gennaio 23rd, 2018|0 Commenti

Lascia un Commento